Shopping Cart (0 Items)
Subtotal: $0.00
Your cart is empty!
Chiudi

Giacomo Quarenghi architetto a Pietroburgo. Lettere e altri scritti

Venezia, Albrizzi, 1988, Ateneo veneto, collana di studi, 2
cm 24, pp. XXIV-515-(3), 204 illustrazioni in b|n fuori testo, brossura illustrata con alette
Unica edizione. Ottima copia

€ 50,00
Questa raccolta degli scritti di Giacomo Quarenghi (lettere, rapporti, prefazioni) offre una documentazione per gran parte inedita sull'opera e sulla personalità di uno dei protagonisti del Neoclassicismo europeo.


Rivivono nelle lettere di Quarenghi personaggi e vicende di architettura nell'Italia del secondo Settecento; opinioni e risentimenti di un architetto agli inizi, nella Roma papale, di una folgorante carriera (lettere dal 1771 al 1779); artisti, artigiani, cantieri edili nella Russia di Caterina II, Paolo I e Alessandro I; umori e vicende familiari di un costruttore testimone di idee e tensioni del proprio tempo (lettere e rapporti dal 1780 al 1817, anno della morte a Pietroburgo).
Quarenghi era consapevole di consegnare la propria fama alle opere di architettura, costruite per la maggior parte a Pietroburgo e nelle tenute imperiali; affidava ai disegni (vedute e capricci che sono prova di una fedelta alla sua prima vocazione di pittore) il compito di messaggi figurati per amici e committenti. Le lettere, scritte da lui o dettate al fedele segretario, in una prosa che non ignora la lezione dei classici, sono un compimento necessario del suo ritratto; formano un racconto in cui una vita toccata da un destino singolare viene in gran parte rievocata nei suoi accenti più interiori, nei suoi capitoli più veri.

Chiudi